La spesa alimentare online emerge in questi tempi

I dati dicono che in Spagna ci sono 22,5 milioni di acquirenti online. L’arrivo dell’inverno e soprattutto del Covid-19 ha significato una rivoluzione senza precedenti nel modo in cui interagiamo con il nostro ambiente, alterando la nostra routine. In questo periodo abbiamo acquisito nuove abitudini quando si tratta di riempire la dispensa,il decollo dell’acquisto di cibo online, principalmente tra le giovani generazioni, mostra un cambiamento sostanziale.

I dati sono schiaccianti e quasi la metà della popolazione acquista già online. Fino a non molto tempo fa, comprare cibo su Internet non era la cosa più normale. Internet sembrava limitato per altri tipi di prodotti.

Più tempo a casa, più acquisti di cibo online

Se qualcosa è cambiato in ognuno di noi in questo insolito 2020, è che abbiamo passato tutti più tempo a casa. E questo ha significato che il 72% della popolazione Internet tra i 16 ei 70 anni di solito effettua acquisti online in misura maggiore o minore.

Durante questo periodo iniziale, la vendita di alcuni ingredienti come la farina ha registrato un rimbalzo significativo. L’acquisto di cibo online è diventato un fenomeno in un momento in cui c’era una corsa senza precedenti per cucinare a casa e mangiare correttamente.

L’industria alimentare ha ritenuto necessario adattarsi a un consumatore che acquista di più da casa e che evita di recarsi presso lo stabilimento per effettuare l’acquisto. Sebbene la maggior parte degli utenti combini lo shopping online con gli acquisti fisici, c’è un dato che è schiacciante: il 23% degli utenti acquista beni e servizi esclusivamente online.

Ritorno ai sapori tradizionali e tradizionali

La pandemia ha anche provocato un senso di nostalgia per i sapori di una vita, per i pasti che la nonna o la mamma preparava, per la casa di città dove si incontrava tutta la famiglia e che ci riporta alla nostra infanzia …

Con l’inverno alle porte e in pochi mesi in cui stare a casa è il miglior antidoto per combattere la diffusione del virus, sembra l’occasione perfetta per assaporarne frollini ai fornelli o godersi il panorama della città dalla finestra. Ed è che in questo ritorno alla tradizione, i dolci hanno un posto speciale …

Ritorno alla natura e alla città?

La pandemia ci ha anche fatto ripensare al nostro rapporto con la natura. Nelle prime settimane abbiamo assistito tutti, come se fosse un film, alle strade delle città semivuote e prive di traffico, come se il mondo si fosse preso una pausa.

La natura ha ritrovato il suo splendore e con essa la nostra voglia di goderne. Un ritorno all’essenza della tradizione, ai sapori che sprigionano i forni del paese, al profumo del pane appena sfornato, al profumo della pasticceria e dei dolci tradizionali …

Mangiamo meglio e ci prendiamo più cura di noi stessi

Stare a casa è sinonimo di mangiare di più e talvolta peggio. A volte si evita di cucinare a casa e molte persone scelgono di acquistare cibo online in un modo abbastanza comune, una soluzione rapida ma che può essere la meno salutare.

Tuttavia, negli ultimi anni abbiamo visto come nella società in generale ci sia la tendenza a prendersi cura del cibo il più possibile e integrarlo con esercizi fisici su base regolare, una preoccupazione per il cibo che è aumentata nell’ultimo semestre.

Forse ora che siamo a casa da tanto tempo è il momento giusto per gustare con moderazione quei dolci che ci piacciono tanto. In uno dei post precedenti abbiamo già indicato un elenco di dolci sani e salutari che potrete gustare da oggi, ora che trascorriamo buona parte del nostro tempo libero a casa.

Lascia un commento

Pin It on Pinterest